L'OSPEDALE DELLE BAMBOLE

Una bottega artigiana dall'aspetto inquietante che porta avanti questa tradizione dal 1939.


A Roma, nel centro storico, non lontano da Piazza Navona in via Ripetta, c’è un luogo un po' sinistro rinominato dai romani il “negozio del Terrore".
Se ci si passa davanti si vede una vetrina con delle teste di bambole ed altri pezzi, che sono in attesa di una nuova vita.



Ospedale delle bambole


In realta' e' uno dei pochi negozi antichi ancora in vita a Roma risalente al 1939.
Si tratta dell’ ospedale delle Bambole un’officina artigianale che produce bambole e che all'occorrenza le riparate.



Ospedale delle bambole


Qui si trovano bambole di qualsiasi epoca in cartapesta, pannolenci, porcellana e celluloide ed alcune di esse vengono costruite su richiesta per rappresentazioni teatrali e cinematografiche.
In realta' la bottega si chiama “Restauri Artistici Squatriti” una bandiera dell’antica tradizione portata avanti dal proprietario.
Da fuori sembra un posto un po' tetro e non ti invoglia ad entrare.
Se ti fai coraggio ed entri all'interno in realta' scopri un attivita' familiare portata avanti con l’amore di chi invece di gettare recupera.



Ospedale delle bambole


I clienti sono spesso dei collezionisti che provengono anche da oltreoceano per avvalersi dell’arte del restauro dei Squatriti tramandata di generazione in generazione.
Come ogni paziente di un vero ospedale, ogni bambola viene dimessa con un referto diagnostico che indica le riparazioni subite e i consigli su come trattarla.
Si effettuano anche lavori di restauro di pupazzi e cavalli a dondolo, marionette, soldatini di piombo, vasi di porcellana, ceramiche e soprammobili in gesso.