LA BASILICA DI SAN CLEMENTE

La basilica di San Clemente e' stata dedicata a papa Clemente I


La basilica di San Clemente


La basilica di San Clemente e' stata dedicata a papa Clemente I e sorge nel rione Monti.
La basilica attuale è stata edificata nel XII secolo e si trova al di sopra di antichi edifici interrati per due livelli di profondità, il più antico dei quali risale al I secolo d.C.
I due livelli al di sotto dell'attuale basilica sono stati riscoperti e portati alla luce nel 1857 grazie a padre Joseph Mullooly il priore del convento dell'epoca.
Sotto la basilica attuale medioevale c'e' la basilica antica, un insieme di costruzioni romane di epoca post-neroniana.
Ad un quarto livello sotto i precedenti ci sono delle tracce di costruzioni romane più antiche.



La basilica di San Clemente


LA BASILICA MODERNA

La basilica superiore fu realizzata nel XII secolo e fu consacrata in data ancora non precisata.
Per realizzare la nuova basilica quella antica fu demolita nella parte superiore ed interrata di circa 4 m, utilizzando le vecchie strutture come fondazioni di quelle nuove.
L'aspetto attuale è stato definito in un importante restauro effettuato tra il 1713 ed il 1719 voluto da papa Clemente XI e realizzato a cura dell'architetto Carlo Stefano Fontana, nipote del più famoso Domenico Fontana.



La basilica di San Clemente


LA BASILICA ANTICA

Intorno alla metà del III secolo il piano superiore dell'horreum un magazzino utilizzato in epoca romana fu demolito, il piano inferiore fu interrato ed al posto del suo livello superiore fu realizzata un abitazione privata, residenza di un patrizio.
Nei secoli successivi l'edificio originale è stato oggetto di varie modifiche, nel IV secolo l'edificio fu modificato e gli fu data una forma più simile a quella di una basilica cristiana.
All'inizio del V secolo fu aggiunta un'abside occupando parte del livello superiore dell'edificio del Mitreo.
Nel VI secolo furono realizzati l'altare ed un recinto dedicato ai cantori dei salmi e fu posato un nuovo pavimento in mosaico floreale.
Tra l'VIII ed il IX secolo vi fu l'inserimento di colonne marmoree ed alcuni affreschi che costituiscono un notevole interesse storico ed artistico.



La basilica di San Clemente


LE COSTRUZIONI ROMANE

Gli edifici riscoperti al livello più basso sono due separati da uno stretto vicolo largo poco piu' di settanta centimetri un grosso edificio destinato probabilmente a horreum ed un edificio residenziale, meglio noto tra gli studiosi come l'edificio del Mitreo. Al di sotto di questo sono state rinvenute tracce di edifici precedenti, che tuttavia non sono stati scavati e studiati sufficientemente per conoscerli.

Nel 1645 la basilica ed il convento furono affidati ai Domenicani di San Sisto ma quando poi l'Inghilterra dichiarò fuorilegge la Chiesa Cattolica Irlandese, la basilica ed il convento nel 1677 furono assegnati ai Domenicani Irlandesi, che ancora vi risiedono e li amministrano.