I TRADIZIONALI TUFFI DI MISTER OK A CAPODANNO

Dal 1946 ad oggi una tradizione che si ripete ogni anno.


Dal 1946 a Roma ogni capodanno a mezzogiorno in punto, scandito dallo sparo del cannone al Gianicolo, sul Ponte Cavour si rinnovano i tradizionali tuffi nel gelido e biondo Tevere.
Inizio' per primo l'italo-belga Rick de Sonay un ometto tarchiato e sorridente, detto Mister OK.
Soprannominato cosi per il gesto dell'Okay con cuirassicurava la folla dopo il tuffoche eseguiva rigorosamente in costume e cilindro.
Il primo gennaio del 1946 per festeggiare il suo compleanno Rick de Sonay decise di tuffarsi nel Tevere per puro scopo goliardico.
Negli anni successivi ripete' il gesto per la gioia dei romani che la trasformarono a breve in una tradizione popolare immancabile a capodanno.



Ponte cavour

Dal dopoguerra fino agli anni ottanta questa tradizione si' e' rinnovata puntualmente ogni anno fino a quando Sonay ormai avanti con l'eta', decise di smettere di tuffarsi.
Maurizio Palmulli, ex bagnino del famoso stabilimento Kursaal di Ostia, ha deciso di continuare i tradizionali tuffi a capodanno ed è proprio lui il primo successore di Rick de Sonay ed eridita anche il nome di Mister OK.
Dalle interviste rilasciate negli anni, Maurizio Palmulli ha sempre detto:
"Per me tuffarmi nel Tevere a Capodanno significa continuare una tradizione bellissima, ricca di passione, di goliardia, di storia.
E' motivo di grande orgoglio. Ho cinque figli, cinque nipoti, quando mi vedono in tv sono felici. E questo per me ha un valore inestimabile».
Il nuovo Mister OK ha proseguito questa tradizione per più di trent'anni.
Quest'anno dopo aver annunciato il ritiro ha voluto comunque proseguire la tradizione effettuando il suo trentatreesimo tuffo.
Con lui si sono tuffati anche altri suoi eredi Marco Fois che da quattordicianni lo accompagna, Walter Schirra e Simone Carabella.



Mister OK


Palmulli ha dichiarato che "Siamo qui per augurare un buon anno a Roma e chiediamo un po’ di serenità dopo la strage che c’è stata. Anche io ho perso un fratello quest’anno.
Questo tuffo è dedicato a lui e alle persone che non ci sono più".
Il tuffo da ponte Cavour di Mister OK ha preso parte anche a due film "La grande bellezza" di Paolo Sorrentino del 2013 e a "Straziami, ma di baci saziami" di Dino Risi del 1968.
I tuffi tradizionali di Mister OK avvengono da anni a Ponte Cavour, un ponte che collega Piazza del Porto di Ripetta al Lungotevere dei Mellini, a Roma, nei rioni Campo Marzio e Prati.
Il ponte costituisce inoltre un collegamento tra la zona circostante Piazza Cavour e il Campo Marzio nei pressi dell'Ara Pacis.
Progettato dall'architetto Angelo Vescovali, il ponte fu costruito tra il 1896 e il 1901 e inaugurato il 25 maggio 1901;
fu intitolato a Camillo Benso, conte di Cavour, uno degli artefici dell'unità d'Italia insieme a Giuseppe Garibaldi e a Giuseppe Mazzini.
Il ponte sostituì la provvisoria passerella di Ripetta, costruita nel 1878.
Presenta cinque arcate in muratura rivestite di travertino, è largo 20 metri e lungo circa 110 metri.